Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Gran Bretagna dà il via libera ai primi trapianti di utero. Lo annunciano oggi i media. I primi interventi, una decina, sono attesi per la primavera e le prime nascite - se tutto andrà bene - tra fine 2017 e inizio 2018.

L'ok è arrivato dopo un dibattito di fronte al comitato etico e sulla scia di esperimenti condotti in Svezia "con successo", secondo quanto riporta la Bbc online.

Nel Regno Unito si calcola che vi siano circa 7000 donne nate senza utero, senza contare quelle che ne hanno subito l'asportazione in seguito a tumore. Esiste già una lista di 100 donne potenzialmente pronte a ricevere una donazione d'utero.

Richard Smith, ginecologo presso il Queen Charlotte's e il Chelsea Hospital di Londra, che lavora da 19 anni su questo progetto, è il responsabile del team che per primo dovrebbe eseguire un trapianto nel Paese. Per alcune coppie non potere avere figli "è una catastrofe", ha detto Smith alla Bbc, sottolineando come questa tecnica possa offrire "un'alternativa valida" all'adozione o al ricorso a madri surrogate.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS