Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LONDRA - Il cancelliere dello Scacchiere George Osborne sta mettendo gli ultimi ritocchi alla finanziaria d'emergenza che verrà presentata martedì, una serie di misure "lacrime e sangue" che secondo il "Sunday Times" prevedono 10 miliardi di sterline in nuove tasse e 40 di tagli alla spesa pubblica. In arrivo anche una tassa sulle banche. Il fine, dice il governo liberal-conservatore, è iniziare a tagliare drasticamente il debito pubblico della Gran Bretagna, stimato attorno ai 155 miliardi di sterline (circa 255 miliardi di franchi).
Secondo il domenicale, le misure che verranno presentate da Osborne "rischiano di renderlo il Cancelliere più impopolare degli ultimi trent'anni". Tra gli aumenti fiscali previsti, quello dell'Iva (forse dal 17,5 al 20%), quello delle tasse sulle rendite da capitale (dal 18 forse fino al 40%) e quello su alcol e tabacchi. Ci sarà poi un congelamento degli stipendi nella pubblica amministrazione (per un anno, per coloro che guadagnano più di 18'000 sterline all'anno), e un drastico taglio degli sgravi fiscali a favore delle famiglie di classe media (oltre le 30'000 sterline all'anno) con figli.
"Speriamo che la gente capisca che stiamo facendo questo in conseguenza di 13 anni di governo laburista - dice un'alta fonte del Tesoro -. Non ci sarà populismo a breve termine. Non conta come verremo visti nelle prossime 24 ore, ma tra cinque anni". Ma molti economisti, non solo di area laburista, temono che questi tagli possano rallentare la già fragile ripresa dell'economia britannica.

SDA-ATS