Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo britannico ha intenzione di lanciare attacchi aerei contro il sedicente Stato islamico (IS) in Siria, secondo quanto riporta oggi il Sunday Times on line citando fonti ufficiali.

Il quotidiano britannico afferma che il premier David Cameron vuole ottenere il via libera del parlamento ai raid in una votazione che si dovrebbe tenere nei primi di ottobre.

Ieri a margine del G20 ad Ankara, il cancelliere britannico George Osborne ha affermato che "un piano per una Siria più stabile e in pace" deve prevedere la lotta contro la "radice del problema: il malvagio regime di Bashar al-Assad e i terroristi dell'IS".

E in un articolo sul Telegraph, anche l'ex arcivescovo di Canterbury e leader anglicano George Carey invita Cameron a intervenire in Siria con "raid aerei e altra assistenza militare" per "schiacciare" l'IS "una volta per tutte".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS