Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Svariate novità, fra le quali un nuovo festival, caratterizzeranno la 25ma edizione del Salone internazionale del libro e della stampa di Ginevra, in programma dal 29 aprile al 3 maggio. L'Armenia sarà l'ospite principale, mentre "L'arte della massoneria" sarà il tema della grande esposizione, ha indicato oggi il nuovo presidente della manifestazione, Patrick Ferla.

Il festival "Le temps de le dire" ha quale obiettivo di "ricollocare la scrittura e la creazione in primo piano". Cinque appuntamenti quotidiani saranno dedicati alla parola e al dibattito, ha precisato il giornalista della Radio romanda. La manifestazione sarà pure aperta alle arti apparentate, quali il teatro e il cinema.

Nell'ambito del Salone è inoltre stato creato un "Laboratorio delle nuove letture": prima dello svolgimento della manifestazione, i lettori, gli editori e gli inventori avranno la possibilità di sottoporre le loro idee sulla piattaforma web www.lectureslab.ch. La migliore proposta riceverà un premio di 5'000 franchi.

L'Ufficio federale della cultura, secondo ospite d'onore, porrà l'accento sull'evoluzione digitale, considerata un elemento chiave dell'accesso alla cultura, mentre l'ottavo Salone africano tratterà non soltanto di letteratura, poesia e stampa, ma pure della problematica delle materie prime. Un nuovo "Quartiere verde" sarà dedicato alla natura.

L'esposizione "L'Arte della massoneria" consentirà di scoprire quadri di maestri del XVIII secolo, gioielli, incisioni e svariati oggetti storici prestati da collezionisti privati di tutta Europa. La presenza dell'Armenia e della sua diaspora, infine, spazierà dalla letteratura alla storia e alla cucina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS