Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un presunto terrorista è stato arrestato mercoledì nella regione di Ginevra

KEYSTONE/SANDRO CAMPARDO

(sda-ats)

Un presunto terrorista è stato arrestato mercoledì scorso nella regione di Ginevra nell'ambito di un'operazione effettuata congiuntamente dall'Ufficio federale di polizia (fedpol) e dalla polizia cantonale ginevrina. La persona è stata posta in detenzione preventiva.

Lo ha indicato oggi il Ministero pubblico della Confederazione (MPC), confermando un'informazione di Le Temps e della Tribune de Genève.

Il presunto terrorista è accusato di aver violato la legge federale che vieta i gruppi Al Qaida e Stato islamico nonché le organizzazioni associate. Gli viene in particolare rimproverato di aver sostenuto o partecipato a un'organizzazione criminale, ha precisato l'MPC. A causa del segreto istruttorio, la procura federale non fornisce altre indicazioni.

L'MPC non conferma peraltro i dettagli rivelati dai giornali ginevrini, ossia che si tratterebbe di un padre di famiglia tunisino sui 40 anni arrestato a Meyrin. L'uomo svolgerebbe un ruolo importante nella Svizzera romanda per il reclutamento di jihadisti da inviare in Siria e in Iraq.

Sempre stando a Le Temps e alla Tribune de Genève, il presunto terrorista avrebbe inoltre contatti con un Belga accusato di aver progettato un attentato nel suo Paese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS