Tutte le notizie in breve

Un presunto terrorista è stato arrestato mercoledì nella regione di Ginevra

KEYSTONE/SANDRO CAMPARDO

(sda-ats)

Un presunto terrorista è stato arrestato mercoledì scorso nella regione di Ginevra nell'ambito di un'operazione effettuata congiuntamente dall'Ufficio federale di polizia (fedpol) e dalla polizia cantonale ginevrina. La persona è stata posta in detenzione preventiva.

Lo ha indicato oggi il Ministero pubblico della Confederazione (MPC), confermando un'informazione di Le Temps e della Tribune de Genève.

Il presunto terrorista è accusato di aver violato la legge federale che vieta i gruppi Al Qaida e Stato islamico nonché le organizzazioni associate. Gli viene in particolare rimproverato di aver sostenuto o partecipato a un'organizzazione criminale, ha precisato l'MPC. A causa del segreto istruttorio, la procura federale non fornisce altre indicazioni.

L'MPC non conferma peraltro i dettagli rivelati dai giornali ginevrini, ossia che si tratterebbe di un padre di famiglia tunisino sui 40 anni arrestato a Meyrin. L'uomo svolgerebbe un ruolo importante nella Svizzera romanda per il reclutamento di jihadisti da inviare in Siria e in Iraq.

Sempre stando a Le Temps e alla Tribune de Genève, il presunto terrorista avrebbe inoltre contatti con un Belga accusato di aver progettato un attentato nel suo Paese.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve