Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

GE: Cantone priva Caritas di assistenza a rifugiati

Il Canton Ginevra ha deciso di ritirare alla Caritas il mandato di assistere i candidati all'asilo che beneficiano di un permesso di soggiorno provvisorio. L'organizzazione assistenziale ha inoltrato ricorso contro il provvedimento, che dovrebbe diventare effettivo a fine giugno.

Caritas Ginevra lamenta la violazione del diritto di essere ascoltati: la decisione è stata comunicata all'associazione "in modo brusco e senza preavviso a metà dicembre", mentre l'organismo si apprestava ad investire massicciamente nel settore, sottolinea il direttore Dominique Froidevaux.

Incaricata dal 2009 dell'accompagnamento e dell'assistenza ai rifugiati, Caritas si è presa cura nel 2010 di 532 persone. Per motivi di organizzazione e di coerenza, il Dipartimento cantonale della solidarietà e dell'impiego vuole attribuire in futuro questa mansione all'Hospice général, l'ente cantonale incaricato dell'assistenza sociale.

La decisione cantonale, contro la quale è stato inoltrato un ricorso presso la Corte di giustizia, mette in pericolo dodici posti di lavoro in seno alla Caritas, ha precisato Froidevaux.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.