Navigation

GE: coronavirus, ironico estremo saluto al Salone dell'auto

Un ironico elogio funebre per il Salone dell'auto di Ginevra, sconfitto dal coronavirus. KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 marzo 2020 - 15:05
(Keystone-ATS)

Il coronavirus ha avuto la meglio sull'edizione 2020 del Salone internazionale dell'automobile di Ginevra. Per rendergli omaggio, un'ironica cerimonia funebre ha avuto luogo al cimetière des Rois. Il tutto è stato organizzato da Autre salon, l'alter ego ecologista.

"Il Salone dell'auto è morto venerdì (...) dopo essere stato colpito dal coronavirus", ha detto Eric Vanoncini, rappresentante del dudeismo. Secondo il "prete" il povero estinto era malato da tempo, travolto da epidemie di febbre verde e femminista.

L'oratore ha ricordato alla ventina di presenti che il defunto era amante dei corpi femminili utilizzati per mettere in valore altri oggetti, dei tappeti rossi gettati dopo l'uso e dei grandi veicoli dotati di quattro ruote motrici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.