Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il PLR e il PPD rimarranno alleati anche per il secondo turno dell'elezione al Consiglio di Stato del canton Ginevera, il 10 novembre. Riuniti ieri sera in assemblea, i delegati liberali-radicali e popolari democratici hanno deciso di presentare i loro cinque candidati che figuravano in testa alla classifica al termine del primo turno.

In lizza scenderanno i ministri uscenti del PLR Pierre Maudet (46'870 suffragi domenica), François Longchamp (42'099) e Isabel Rochat (27'620), nonché i candidati PPD, il sindaco di Bernex Serge dal Busco (35'294) e il consigliere nazionale Luc Barthassat (33'855).

Insieme, formeranno una squadra di governo senza equivalenti, ha indicato il PLR ginevrino in una nota. Niente è comunque deciso e alcuni partiti sono pronti a tutto pur di entrare in Consiglio di Stato, prosegue il comunicato, in cui si invitano gli elettori a votare la lista PLR-PPD in modo compatto, senza stralciare alcun nome e senza aggiungerne altri.

Il governo ginevrino è attualmente composto di tre PLR, due Verdi, un socialista e un popolare democratico, ma il Mouvement des citoyens genevois (MCG), alleatosi con l'UDC ha buone possibilità di entrare per la prima volta in governo. Al secondo turno saranno eletti i candidati che avranno ottenuto la maggioranza relativa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS