Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un guineano di 34 anni sarà processato a Ginevra con l'accusa di aver diretto un traffico di cocaina di vaste dimensioni mentre era incarcerato nella prigione di Bellechasse (FR), dove stava scontando una condanna per reati analoghi. Con lui saranno sottoposti a giudizio due complici, ai quali il "cervello" della banda comunicava le istruzioni per telefono.

I due complici, un ivoriano di 23 anni e un somalo di 20 anni, erano stati arrestati nel dicembre 2011 nell'ambito del sequestro di 1,5 chili di cocaina a Renens (VD), indica il portavoce del Ministero pubblico di Ginevra, confermando un articolo della "Tribune de Genève".

Il trasporto della droga era effettuato da un quarto individuo, venditore di caffè e panini sui treni, precisa il portavoce Henri Della Casa. L'uomo è stato condannato nel 2013.

L'inchiesta avviata dopo il sequestro di Renens ha permesso di stabilire che i trafficanti hanno smerciato complessivamente cinque chili di cocaina. Il guineano sarà pure accusato di riciclaggio di denaro per aver affidato alla moglie 20'000 franchi con cui il somalo avrebbe potuto acquistare documenti d'identità falsi. Il processo si svolgerà entro l'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS