Navigation

GE: incominciato processo per dissesto BCGE

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 ottobre 2010 - 18:12
(Keystone-ATS)

GINEVRA - Il processo per il dissesto della Banca cantonale di Ginevra (BCGE) è incominciato questo pomeriggio, con un giorno di ritardo. Le difficoltà incontrate ieri per costituire la giuria della Corte correzionale sono state appianate. In apertura, uno degli avvocati della difesa ha chiesto il rinvio del procedimento, domanda che è stata respinta.
In tribunale sono citati tre dirigenti dell'istituto bancario - l'ex presidente del consiglio d'amministrazione Dominique Ducret, l'ex direttore generale Marc Fues, l'ex vice direttore René Curti - nonché due revisori della fiduciaria Ernst&Young. Tutti dovranno rispondere di falsità in documenti e di amministrazione infedele aggravata.
Concretamente, gli imputati sono accusati di aver reso più "presentabili" gli esercizi 1996, 1997 e 1998 della banca, sottovalutando volontariamente le necessità di approvvigionamento dell'istituto.
Quando la situazione reale della BCGE era diventata di pubblico dominio nel 2000, il cantone era stato costretto ad intervenire nell'urgenza per evitare il naufragio dell'istituto. Le autorità cantonali avevano istituito successivamente una fondazione incaricata di liquidare i crediti immobiliari che pesavano sulla banca, per un un totale di 5 miliardi di franchi.
Grazie alla buona congiuntura economica, la fondazione è riuscita a limitare le perdite - stimate in un primo tempo a 2,7 miliardi di franchi - assunte dal Cantone. In definitiva, i contribuenti ginevrini hanno sborsato 2 miliardi per salvare l'istituto cantonale.
Il processo dovrebbe durare fino al 26 novembre. I documenti raccolti nel corso dell'istruttoria, durata nove anni, rappresentano circa 1500 classificatori federali

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.