Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - La stazione di smistamento della Praille, a Ginevra, è stata teatro oggi di un allarme chimico che ha reso necessaria l'evacuazione di un centinaio di persone. L'operazione, svoltasi fra le 11.00 e le 15.30, si è resa necessaria dopo il rinvenimento di quattro fusti di nitrito di amile gonfiatisi a causa del caldo.
Questa sostanza "deve essere conservata a temperature inferiori agli 8 gradi centigradi", ha indicato all'ATS il capitano Michel Bernard, del Servizio d'incendio e soccorso (SIS). È stata la società incaricata del trasporto dei bidoni a dare l'allerta verso le 7.00, ha aggiunto, dopo aver constatato che avevano cambiato aspetto.
Attorno alle 11.00, il fabbricante del prodotto è giunto da Briga (VS) per procedere ad alcune analisi, svuotare i fusti e porre la sostanza tossica in luogo sicuro. Contemporaneamente veniva esteso un perimetro di sicurezza del diametro di 400 metri controllato da vigili del fuoco, polizia e sminatori. Resta da determinare perché e da quanto tempo i fusti si trovassero sul posto. Un'inchiesta è stata aperta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS