Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si è aperto oggi a Ginevra il processo contro un 28enne e una 30enne, accusati di aver assassinato, nel novembre 2007, l'amante dell'uomo, 20enne e incinta di tre mesi, e averne bruciato il cadavere.

I due imputati vivevano in coppia dal 2005 e avevano avuto un figlio l'anno successivo. Nel corso del 2006, l'uomo ha allacciato una relazione con la 20enne, che è rimasta presto incinta. Dopo averlo saputo, la compagna del fedifrago ha tentato invano di convincerla ad abortire, per poi proporre all'amico di "sbarazzarsene".

Il piano è stato messo in atto nella notte tra il 2 e il 3 novembre. L'uomo ha portato in auto la ragazza nella zona industriale di Vernier, dove l'ha raggiunto anche la compagna-complice. Qui la giovane è stata strangolata. La coppia ha poi trasportato il cadavere in un bosco nel canton Friburgo dove l'ha bruciato, messo in un fosso e coperto di calce per impedire il diffondersi dell'odore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS