Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - La costruzione di un nuovo stabile per far fronte al sovraffollamento del carcere di Champ-Dollon non rispetterà il calendario previsto. Le offerte presentate da tre aziende che hanno risposto al concorso promosso dal cantone superano del 90% il credito di 17,3 milioni stanziato a questo scopo dal Gran Consiglio.
Le offerte non rispettano nemmeno altri criteri figuranti del capitolato d'appalto, precisa all'ATS il portavoce del Dicastero ginevrino delle costruzioni e delle tecnologie dell'informazione, Laurent Forestier. La costruzione dello stabile, che dovrebbe fornire 100 posti supplementari, non incomincerà dunque in settembre, come previsto inizialmente.
Il carcere preventivo ginevrino è afflitto da numerosi anni da un sovraffollamento cronico. Negli ultimi mesi, la popolazione carceraria ha superato regolarmente le 600 unità, mentre lo stabile è previsto per 270 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS