Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nonostante le ripercussioni della crisi finanziaria, il Salone dell'automobile di Ginevra registrerà il "tutto esaurito" anche per l'81esima edizione, in calendario dal 3 al 13 marzo. I 80'000 mq messi a disposizione dagli organizzatori non hanno consentito di soddisfare la domanda.

"Avremmo potuto attribuire anche i 6'500 mq che saranno ricavati nel 2013 al disopra del padiglione 6", ha spiegato oggi alla stampa il presidente del Salone, Luc Argand.

Nell'ambito dell'edizione 2011 - che riunirà 260 espositori di 31 paesi - saranno presentate 170 "prime" mondiali ed europee. Una ventina fa parte della categoria delle vetture "pulite", la cui importanza in seno al Salone è "crescente", sottolinea Argand. Il padiglione "verde" è stato ulteriormente ingrandito e riunirà 36 espositori.

Il Salone esorta d'altronde i 700'000 visitatori attesi all'edizione 2010 ad effettuare lo spostamento a Ginevra in treno. Un forfait concordato con Genève Tourisme sarà proposto alle persone interessate a pernottare nella città lemanica. Per meglio ripartire l'afflusso di visitatori sulla giornata, inoltre, il prezzo del biglietto d'ingresso sarà dimezzato a partire dalle 16:00.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS