Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ci sono voluti 14 veicoli dei pompieri, 37 vigili del fuoco, numerosi agenti di polizia e una decina di ore di lavoro per neutralizzare una fuga di vapori acidi verificatasi stamane presso il Centro di trattamento dei rifiuti speciali di Aire-la-Ville, a pochi chilometri dal centro di Ginevra. Lo ha indicato oggi alla stampa il comandante dei Servizi anti-incendio e di soccorso (SIS) Nicolas Schumacher del capoluogo.

L'allarme è scattato poco dopo le 9.00, quando alcuni dipendenti dell'inceneritore ginevrino di Cheneviers hanno notato che sopra al poco distante Centro di trattamento dei rifiuti speciali si innalzava una colonna di fumo giallo alta circa 30 metri.

Giunti sul posto i pompieri hanno scoperto che in una vasca contenente 4000 litri di rifiuti acidi si è verificata una reazione chimica che ha causato il surriscaldamento fino a 100 gradi delle scorie.

Con i cannoni ad acqua i pompieri hanno soffocato i vapori e isolato l'edificio, poi, dopo aver ventilato la zona hanno svuotato la vasca travasando il contenuto in due nuove cisterne. Sui fatti verrà avviata un'inchiesta. Nel centro vengono trattati essenzialmente rifiuti industriali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS