Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo industriale Georg Fischer ha visto il proprio utile netto scendere a 80 milioni di franchi nel primo semestre 2012, contro i 92 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. La società sciaffusana ha registrato un giro d'affari stabile a 1,87 miliardi (1,86 miliardi nei primi sei mesi del 2011).

Il livello delle vendite è stato mantenuto grazie a una crescita in Asia e in America. La domanda ha invece subito una contrazione nella zona euro, ha comunicato oggi l'azienda. A livello operativo il risultato Ebit si è contratto del 13% a 113 milioni. E anche le nuove commesse sono scese del 4,5% a 1,87 miliardi.

Nonostante le difficoltà incontrate nel Vecchio continente, la direzione si dice convinta di poter realizzare un secondo semestre simile al primo.

La borsa ha reagito bene alle novità odierne. A Zurigo il titolo Georg Fischer in mattinata guadagnava circa l'1,5%, in un mercato generale orientato solo a un lieve rialzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS