Il governo georgiano guidato dal premier Irakli Garibashvili è arrivato al capolinea dopo le dimissioni oggi di un settimo ministro.

In base alla Costituzione, quando un terzo dei membri del governo lascia (in tutto sono 19), l'esecutivo è costretto a rassegnare le dimissioni e la parola torna al parlamento e al presidente della Repubblica.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.