Navigation

Georgia: Putin sfida Tbilisi, a funerale presidente Abkhazia

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 giugno 2011 - 16:36
(Keystone-ATS)

Il premier russo, Vladimir Putin, ha sfidato la Georgia, recandosi oggi a Sukhumi, capitale dell'Abkhazia, la regione georgiana secessionista a maggioranza russa, per i funerali del suo presidente, Serghei Bagapsh, morto domenica scorsa a 62 anni per complicazioni postoperatorie in un ospedale di Mosca.

Putin ha inoltre promesso sostegno finanziario - un finanziamento di dieci miliardi di rubli (247 milioni di euro) - all'Abkhazia, che come la vicina Ossezia del Sud, anch'essa in territorio georgiano, si è autoproclamata indipendente. L'indipendenza di Abkhazia e Ossezia del Sud è stata riconosciuta dalla Russia nel 2008, dopo la breve guerra con la Georgia, ma è contestata dalla maggioranza della comunità internazionale, Stati Uniti compresi.

Putin ha deposto fiori sul feretro di Bagapsh, ha espresso le sue condoglianze alla moglie e alla figlia del defunto presidente abkhazo, ha incontrato il primo ministro dell'autoproclamata repubblica, Serghei Shamba.

"Non siamo solo pronti a finanziare i progetti previsti, ma anche ad esaminare la realizzazione di altri grandi progetti", ha dichiarato Putin.

Immediata la reazione di Tbilisi: "Putin non perde mai un' occasione per mettere l'accento sul riconoscimento illegittimo dell'Abkhazia, nel tentativo di farla passare per una decisione legittima", ha dichiarato il viceministro degli esteri georgiano, Nino Kalandadze.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?