Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale di Coburg, in Baviera, ha condannato a 14 anni la madre degli otto neonati i cui corpi senza vita erano stati trovati in un ripostiglio, avvolti in panni e infilati in buste di plastica.

La scoperta, grazie a una segnalazione anonima, era avvenuta lo scorso novembre in una casa di Wallenfels, non lontano da Coburg.

Il compagno della donna (che non era il padre di tutti i bambini) è stato invece prosciolto dall'accusa di concorso in omicidio.

La procura aveva richiesto per la madre l'ergastolo per l'omicidio premeditato di almeno 4 neonati. La donna, subito dopo il suo arresto, aveva confessato di aver ucciso alcuni dei neonati, che erano nati vivi, mentre altri erano nati morti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS