Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 90 moschee sono monitorate in Germania dal servizio di sicurezza interno (il Verfassungsschutz, Bfv, l'ufficio di tutela della costituzione). Lo ha detto il capo del servizio Hans-Georg Maassen, in un'intervista alla tv pubblica Ard.

Si tratta in gran parte di piccole moschee e comunità in cui si parla prevalentemente in arabo e si incita con discorsi d'odio alla jihad, ha aggiunto Maassen.

"Siamo preoccupati di dover tenere d'occhio tante comunità islamiche in Germania", ha proseguito Maassen, aggiungendo che "chi non monitoriamo sono i musulmani in Germania perché abbiamo bisogno di una coalizione contro l'estremismo" in collaborazione con i musulmani.

Inaugurando più tardi un simposio a Berlino sul pericolo del terrorismo islamico, Maassen ha messo in guardia da "una nuova dimensione della minaccia dell'Isis" che considera il terrorismo come parte di uno scontro militare asimmetrico. E ha criticato la sentenza della corte costituzionale di qualche giorno fa che ha imposto limitazioni alle facoltà di indagine della polizia criminale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS