Navigation

Germania: E.on taglia 11.000 posti, pesa addio nucleare

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2011 - 10:40
(Keystone-ATS)

E.on, primo gruppo energetico tedesco, taglierà 11.000 posti di lavoro, pari ad oltre il 10% dell'organico, dopo il calo degli utili registrato nel primo semestre e in conseguenza della decisione del governo di uscire dal nucleare entro il 2022.

L'utile è sceso a 933 milioni dai 3,26 mld dello stesso periodo del 2010. Nel secondo trimestre la società ha inoltre registrato la prima perdita degli ultimi dieci anni, pari a 382 milioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?