Navigation

Germania: governo; in 50 anni popolazione rischia ridursi 20%

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2012 - 19:56
(Keystone-ATS)

Nei prossimi cinquant'anni la Germania dovrà affrontare un costante calo demografico, che nella peggiore delle ipotesi ridurrà il numero di abitanti di 17 milioni. Entro il 2060, stando ai dati resi noti oggi dal governo tedesco, il Paese subirà una riduzione della popolazione compresa tra il 14% e il 21% degli attuali 81,8 milioni di persone.

Secondo quanto rilevato dagli esperti interpellati dal governo, già dal 2003 il numero di residenti è in continuo calo, a causa del fatto che ogni anno muoiono più persone di quante ne nascano. Stando alle previsioni, inoltre, il numero di tedeschi in età da lavoro scenderà dal 2015 ancora più nettamente rispetto al calo demografico complessivo.

Per contrastare il fenomeno e tenere i conti pensionistici in ordine, l'ex governo di grande coalizione guidato dall'attuale cancelliera Angela Merkel aveva varato una riforma, che a partire da quest'anno porterà progressivamente l'età pensionabile a 67 anni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?