Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo tedesco non presenterà alcuna richiesta alla Corte Costituzionale per interdire il partito di estrema destra NPD. È questa la decisione presa oggi dal Consiglio dei ministri di Angela Merkel, e illustrata dal portavoce Steffen Seibert in conferenza stampa.

Seibert ha sostenuto che si tratta di "una decisione presa dal governo nel suo insieme". Nei giorni scorsi, avevano annunciato di essere contrari alla richiesta i Liberali di Philipp Roesler.

In passato, la Corte costituzionale si era già pronunciata in proposito, e aveva rigettato un analogo provvedimento per bandire il partito in quanto incostituzionale.

Di quella decisione ha preso atto il governo, ha detto Seibert, che non ritiene necessario intraprendere un nuovo procedimento contro i partito, seguendo l'iniziativa assunta dal Bundesrat a metà dicembre.

"Il governo contrasterà con tutte le misure possibili le forme di estremismo razzista", ha concluso Seibert e intraprenderà "anche misure repressive" come il divieto di associazione per gruppi di estrema destra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS