Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La procura di Francoforte sul Meno ha disposto delle perquisizioni nella sede della Federcalcio tedesca (DFB), e negli appartamenti privati di due dirigenti, nell'ambito di indagini su un sospetto caso di evasione fiscale in occasione dei Mondiali 2006.

Indagati sono il presidente attuale Wolfgang Niersbach e il predecessore Theo Zwanziger. Nel mirino degli inquirenti il versamento di 6,87 milioni di euro fatto alla Fifa, secondo quanto riportano i media tedeschi.

Niersbach all'epoca dell'assegnazione della Coppa del mondo vinta dall'Italia era vicepresidente del Comitato promotore dei Mondiali in Germania mentre Zwanziger ricopriva le cariche di presidente della Federcalcio e di tesoriere del Comitato organizzatore.

"Stiamo effettuando controlli per cercare materiale che dimostrino i sospetti di evasione fiscale", avrebbe detto un inquirente al "Bild". Oltre 50 agenti hanno preso parte al blitz acquisendo computer e documenti. La stessa DFB ha aperto una inchiesta per far luce sui pagamenti effettuati verso la Fifa ma ha fermamente smentito l'ipotesi di fondi neri finalizzati a "comprare" voti per ottenere i Mondiali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS