Tutte le notizie in breve

È diventato un bestseller da 85'000 copie vendute l'edizione critica del Mein Kampf di Adolf Hitler, tornato un anno fa nelle librerie ad opera dell'Istituto di storia contemporanea di Monaco dopo 70 anni di divieto.

Lo riferisce l'agenzia di stampa tedesca Dpa, ricordando come il volume abbia un importante profilo critico e storico, conti quasi 2000 pagine, arricchite da note di studiosi che contestualizzano il testo hitleriano. Ed è probabilmente anche questa particolarità, oltre alla curiosità per un libro a lungo proibito, ad aver decretato un successo superiore alle aspettative.

"I dati di vendita ci hanno travolto", ha detto alla Dpa il direttore dell'Istituto bavarese Andreas Wirsching, ricordando che il gruppo di esperti da lui messo insieme per l'edizione critica sia stato ospite in tante presentazioni del Mein Kampf anche internazionali, da Amsterdam a Mosca, da Zurigo a Toronto.

"Non sono gli estremisti di destra" che acquistano questo poderoso volume, ha aggiunto Wirsching, "ma lettori appassionati di storia e politica e molti accademici".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve