Navigation

Germania: ministro tedesco, sei compiti per l'Europa

Il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas si è rivolto ai cittadini europei attraverso 26 quotidiani. KEYSTONE/EPA/HAYOUNG JEON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2019 - 14:50
(Keystone-ATS)

"L'unità tedesca fu anche un dono dell'Europa alla Germania. E ciò alla fine di un secolo in cui i tedeschi avevano causato inimmaginabile dolore in questo continente. Di questo ho ringraziato su 26 quotidiani europei".

Lo ha scritto su Twitter il ministro degli esteri tedesco Heiko Maas dando il senso di un articolo sui 30 anni delle caduta del Muro di Berlino e i compiti che ne derivano per l'Ue. Introducendoli con un "Insieme dobbiamo", il ministro indica sei compiti, come si legge nel contributo pubblicato sul sito del Ministero degli esteri tedesco.

Innanzitutto "elaborare e attuare una politica europea nei confronti di Paesi come Russia e Cina", poi "fare di più per disinnescare i conflitti nel nostro vicinato" e anche "lottare per il mantenimento di un ordine internazionale e diventare il cuore di un'alleanza per il multilateralismo". Gli altri tre compiti comuni dei Paesi europei indicati dal ministro sono "assumere un ruolo guida nella tutela del clima", "rafforzare l'economia europea" e assicurarsi che l'Unione regga "anche all'interno" attraverso "sicurezza sociale" e rispetto di "valori come lo Stato di diritto".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.