Navigation

Germania, nuovo lockdown nel distretto di Guetersloh

Lockdown dopo focolaio in Germania KEYSTONE/DPA-Zentralbild/HENDRIK SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2020 - 21:16
(Keystone-ATS)

Il distretto di Guetersloh, in Germania, verrà sottoposto di nuovo al lockdown.

Lo ha annunciato questa mattina il ministro presidente del Land del Nord Reno-Vestfalia Armin Laschet (Cdu), sottolineando che si tratta del primo distretto tedesco che torna alla chiusura per contrastare il diffondersi del coronavirus, a causa del focolaio esploso nel mattatoio della Toennies. Sono 1'535 i contagi registrati nel contesto dell'impresa della carne.

Si tratta del focolaio maggiore mai rilevato fino ad oggi in Vestfalia e in Germania, ha sottolineato Laschet. L'infezione è molto localizzata e al momento soltanto 24 casi positivi sono stati registrati al di fuori del mattatoio, ma il lockdown viene scelto per precauzione.

Si torna dunque, per ora per una settimana (fino al 31 giugno) alle misure di marzo: torna il divieto di contatto per oltre due persone, e saranno chiusi bar, palestre, cinema, teatri, musei, memoriali; inoltre sarà proibito fare sport in luoghi chiusi. Stop anche ai pic nic e alle grigliate all'aperto.

Guetersloh conta circa 370'000 abitanti. In seguito al focolaio nel mattatoio oltre 7000 persone sono finite in quarantena, ed erano già state chiuse le scuole e gli asili infantili.

Restrizioni anche a Warendorf

Nel pomeriggio anche nel vicino distretto di Warendorf sono state estese le misure restrittive contro la diffusione del coronavirus ripristinate nella zona del mattatoio di Guetersloh e volute per tenere sotto controllo il nuovo focolaio da Covid-19.

Pure a Warendorf tornerà quindi il divieto per i raduni, verranno chiuse le palestre e sospesi gli eventi culturali. Ad annunciarlo è stato Karl-Josef Laumann, ministro della Sanità del Nord Reno-Vestfalia, primo Land della Germania che riporta in vigore le misure del lockdown.

Warendorf chiuderà anche le scuole a partire da giovedì, provvedimento già adottato a Guetersloh.

44 contagi in condominio Berlino

Intanto, 44 persone sono risultate positive al coronavirus anche in un complesso abitativo a Berlino, nel distretto di Friedrichshain. I test sono stati effettuati dopo che la settimana scorsa erano stati individuati alcuni contagi in questo quartiere. Le autorità locali hanno esaminato in maniera estensiva tutti i possibili contatti.

I 44 positivi non manifestano sintomi. Le famiglie dove sono stati riscontarti contagi sono state poste in quarantena a casa e l'amministrazione locale si occupa della spesa. Fra i contagiati vi sono anche dei bambini. Ora partiranno test anche nelle scuole e nei centri sportivi da loro frequentati.

Non sono state fornite informazioni sull'origine del contagio, né è stato detto se vi sia un legame con un focolaio recentemente scoperto nel quartiere di Neukoelln, dove sono stati riscontrati 100 positivi e 370 famiglie sono state poste in quarantena.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.