Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri tedesco Sigmar Gabriel risponde picche a Trump

Keystone/DPA dpa/A3609/_DANIEL KARMANN

(sda-ats)

Il ministro degli Esteri tedesco, Sigmar Gabriel, ha respinto di nuovo la richiesta del presidente americano Donald Trump alla Germania di aumentare ulteriormente le proprie spese militari, rispettando gli obiettivi della Nato.

Lo Stato tedesco deve sì investire di più nel personale e nei materiali della Bundeswehr, ma chiedere a Berlino di portare le spese militari al 2% del Pil è ben diverso, visto che ciò equivarrebbe a passare a circa 70 miliardi di euro l'anno, quasi il doppio rispetto a oggi, ha detto Gabriel a Norimberga.

"Questo ordine di grandezza è un po' folle", specie se si vuol dare l'impressione che "l'esercito sia la sola strategia per garantire stabilità e pace", ha spiegato il ministro.

Sarebbe necessario semmai un maggiore impegno sul piano della cooperazione allo sviluppo, della prevenzione delle crisi e del contrasto alla fame, alla povertà e ai cambiamenti climatici, ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS