Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Bundestag tedesco ha approvato oggi una normativa che dovrebbe favorire la riduzione dello scarto fra quanto guadagnano uomini e donne.

La Cdu di Angela Merkel la "vende" come un passo importante per la riduzione del gap fra gli stipendi di uomini e donne. L'opposizione attacca, affermando che si tratta solo di una legge "alibi".

La legge prescrive per le imprese di oltre 200 impiegati di render conto, a chi vuole saperlo, di quanto viene pagato un collega per la stessa prestazione lavorativa. Questo riguarderà 18 mila imprese tedesche. Mentre circa 4000 imprese con oltre 500 impiegati dovranno regolarmente fornire dei rapporti proprio sul trattamento salariale, chiarendo quindi quanto gli stipendi siano effettivamente "allineati".

Lo scarto di stipendio fra uomini e donne in Germania è del 21% circa. In media ogni donna guadagna 4,50 euro meno degli uomini. Questa differenza va ricondotta in particolare alla circostanza che le donne lavorano più spesso in orari pagati peggio o in impieghi, anche a tempo pieno, pagati peggio. Senza questi fattori la differenza scenderebbe al 5-7%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS