Una riforma moderata della regolamentazione sulla donazione degli organi in Germania, proposta da un gruppo di parlamentari guidati dalla leader dei Verdi Annalena Bärbock, è stata accolta dal parlamento tedesco con 432 voti favorevoli.

Stando a questa bozza di legge, i cittadini tedeschi saranno invitati a riconsiderare la loro posizione sulla donazione ogni dieci anni, al ritiro della rinnovata carta di identità.

La proposta è passata dopo la bocciatura del disegno di legge avanzato dal ministro della salute, il cristiano-democratico Jens Spahn, che avrebbe voluto affermare invece un meccanismo di consenso automatico.

In Germania c'è una lista di circa 9000 pazienti in attesa di ricevere un organo, e nel 2019 i donatori sono stati 932, meno che nel 2018, quando furono 955.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.