Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In paese lo chiamavano "Kurt polvere da sparo", ma nessuno immaginava che Kurt N., un pensionato tedesco di 62 anni, avesse abbastanza fucili, pistole, munizioni e nitroglicerina da armare un piccolo esercito: l'arsenale è stato scoperto durante il fine settimana a Becherbach, quando la polizia ha evacuato l'intero villaggio di circa 600 anime nel sudovest della Germania.

Kurt N. amava girare in divisa stile Terzo Reich, con tanto di binocolo al collo, fondina (vuota) alla cintura e alla guida di un'ex Jeep militare, ma tutti pensavano che si trattasse solo dell'eccentrico stile di vita di un innocuo pensionato.

Fino a sabato. Quando la polizia ha scoperto nella sua abitazione e in un fienile - grazie a una soffiata - fino a 60 kg di esplosivi, nitroglicerina inclusa, 50 tra fucili e mitragliatrici, circa 60mila proiettili, casse piene di bombe a mano, mine, razzi, lanciarazzi e altro materiale bellico.

"Si tratta probabilmente della maggiore quantità di armi ed esplosivi detenuta da un privato mai scoperta in Germania", ha commentato una fonte della polizia. Un arsenale talmente grande che le autorità hanno evacuato l'intero villaggio per circa 16 ore, fino a ieri mattina, il tempo necessario cioè per rimuovere gli esplosivi con speciali robot comandati a distanza.

L'operazione ha mobilitato 120 persone tra poliziotti, artificieri, personale medico e pompieri. Il tutto è stato fatto brillare in un campo fuori dal villaggio e l'esplosione, riporta la stampa tedesca, è stata sentita per un raggio di 10 km.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS