Navigation

Germania, per 2012 Deutsche Bank prevede recessione

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 gennaio 2012 - 17:00
(Keystone-ATS)

Deutsche Bank prevede per il 2012 una recessione e un calo dell'occupazione in Germania. Secondo quanto pubblicato in uno studio dell'istituto di credito di Francoforte diffuso oggi, nei primi due trimestri dell'anno l'economia tedesca decrescerà, nonostante un aumento dei consumi interni.

La forte insicurezza per la crisi del debito e i programmi di risparmio di molti Paesi dell'eurozona rallenteranno l'export tedesco, indica Deutsche Bank, come anche la propensione agli investimenti delle imprese.

Secondo gli esperti della più grande banca privata tedesca, il rallentamento dell'economia provocherà anche un lieve aumento della disoccupazione, che salirà dall'attuale 7,1% al 7,25%.

Nel complesso il prodotto interno lordo nel 2012 registrerà una stagnazione. Di contro l'aumento medio di stipendi e salari dovrebbe attestarsi intorno al 2%, mezzo punto sopra l'inflazione prevista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?