Navigation

Germania: polizia, 7 maxi-attentati sventati dal 2016

Dopo l'attacco terroristico al mercatino di Natale di Berlino sono stati presi numerosi provvedimenti da parte delle autorità (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/CLEMENS BILAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 ottobre 2019 - 13:24
(Keystone-ATS)

"Dall'attentato di Breitscheidplatz abbiamo sventato 7 attentati in Germania": lo ha lo ha dichiarato il presidente dell'Ufficio federale criminale tedesco Holger Muench al Rheinischen Post.

Dal dicembre 2016, quando Ainis Amri compì una strage al mercatino di Natale di Berlino che costò la vita a 12 persone, la polizia federale ha potenziato la sua capacità di azione e di osservazione.

Oggi non si potrebbe più verificare una simile catena di errori come accadde con il terrorista tunisino nel procedimento giuridico relativo agli stranieri, nell'osservazione e nel pedinamento di una persona sospetta, ha dichiarato il presidente della polizia federale.

"Il numero delle persone potenzialmente pericolose è più che quintuplicato dal 2013 a oggi, arrivando a 680, e il numero di procedimenti penali nel campo del terrorismo islamico è più che triplicato, attestandosi a 1000" ha detto Muench.

A destare preoccupazione ora è il terrorismo di destra, prosegue. Dopo l'attacco di Halle è stato istituito un "osservatorio per la criminalità in rete", perché internet e l'odio che si diffonde in rete "appare l'ultimo bastione del wild west".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.