Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A un mese dalle dimissioni, cui era stato costretto dopo la pubblicazione di una sua foto con baffi e pettinatura "alla Hitler", in Germania, Lutz Bachmann è tornato alla guida del movimento anti-islamico Pegida. Lo ha reso noto oggi la stessa organizzazione, che dallo scorso ottobre manifesta quasi ogni lunedì a Dresda contro una presunta islamizzazione dell'Occidente.

Bachmann, che fra l'altro ha dei precedenti penali, è stato riconfermato presidente attraverso uno scrutinio segreto, precisa un comunicato pubblicato sulla pagina Facebook dell'iniziativa. Oltre alla posa con baffi e capelli nello stile del sanguinario dittatore nazista, Bachmann era stato molto criticato per alcune considerazioni xenofobe, poi rivendicate con orgoglio in successive manifestazioni pubbliche.

Dopo lo scandalo e la successiva spaccatura del movimento, l'interesse per le uscite pubbliche di Pegida sono molto calate. Solo qualche migliaio di persone si è presentato alle manifestazioni delle ultime settimane, seguite sempre meno anche dalla stampa nazionale e internazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS