Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Germania nel 2012 hanno preso la residenza quasi 400mila persone con passaporto straniero, soprattutto dall'Europa dell'est e del sud in crisi, con un aumento rispetto al 2011 del 4,1%, mai così alto dal 1993. L'ufficio federale di statistica tedesco (Desatis) ha reso noti oggi i dati relativi ai nuovi residenti stranieri.

Alla fine dell'anno passato vivevano in Germania complessivamente 7,2 milioni di persone con passaporto solo straniero (escluse le doppie cittadinanze). Al netto delle naturalizzazioni, il saldo dei nuovi arrivi registrato da Destatis per il 2012 è pari a 282.800 persone.

Dalla Polonia si sono trasferite in Germania oltre 63mila persone (+13,6), più di 45mila dalla Romania (+28,8%), quasi 25mila dall'Ungheria (+29,8%) e altrettanti dalla Bulgaria (+26,5%). Meno numerosi, ma comunque in netta crescita, i nuovi arrivi dal sud dell'Europa: quasi 15mila dalla Grecia (+5,1%), oltre 10mila dalla Spagna, poco più di 9mila dall'Italia. In tutto 8 nuovi venuti su dieci provengono da Paesi dell'Ue, con un aumento rispetto al 2011 dell'8,7%.

La maggior parte dei nuovi arrivati ha preso la residenza nei Länder più ricchi: Baviera, Nordreno-Vestfalia e Baden-Württemberg.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS