Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una retata della polizia tedesca in ambienti dell'estrema destra a Bamberga, in Franconia, la regione settentrionale della Baviera, ha probabilmente consentito di sventare un attentato, come affermato dalle autorità.

Nel corso delle perquisizioni sono stati arrestati tre uomini, appartenenti a un gruppo estremista, e sequestrato esplosivo. Novanta poliziotti hanno preso parte all'operazione.

"Ci sono elementi per ritenere che il gruppo arrestato avesse progettato un attentato", ha detto il ministro dell'interno Thomas de Maizière, presente oggi a Bamberga per una visita a un centro di accoglienza di profughi provenienti dai Balcani. Non vi è al momento però alcuna indicazione che il gruppo avesse programmato un'azione in concomitanza di questa visita.

Quel che invece il ministro dell'interno della Baviera, Joachim Herrmann, ha confermato alla televisione pubblica Bayerischer Rundfunk è il sequestro di razzi pirotecnici, che gli estremisti avevano ordinato dall'Europa dell'Est e che sono stati bloccati dalla polizia in un ufficio postale. Si tratta di oggetti spesso utilizzati negli incendi ai centri di accoglienza. Le indagini erano in corso da alcuni giorni. I tre arrestati sono membri di un piccolo partito estremista denominato 'La destra', fondato nel 2012 da fuoriusciti di altri partiti della destra radicale.

I 90 poliziotti impiegati nell'operazione hanno perquisito dodici edifici nel nord e nel centro della Franconia, la regione settentrionale della Baviera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS