Navigation

Germania, retata contro parrucchieri in cantina

C'è chi ha trovato modo di farsi acconciare i capelli. KEYSTONE/dpa/Kay Nietfeld sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 aprile 2020 - 21:16
(Keystone-ATS)

Retata della polizia in Germania in due parrucchieri abusivi che ricevano clienti nonostante il lockdown imposto per contenere la diffusione del coronavirus.

I saloni erano stati allestiti nelle cantine di due case private ad Elsenfeld e Momlingen, in Baviera, dove le misure sono tra le più rigide di tutta la Germania. Quando gli agenti hanno fatto irruzione hanno trovato due clienti che stavano aspettando il taglio.

Sull'accaduto è stata aperta un'inchiesta, in base alle nuove regole lasciare la propria casa "senza un motivo valido" viene punito con una multa di 150 euro. I parrucchieri, che sono stati chiusi a metà marzo, dovrebbero riaprire il 4 maggio, nell'ambito dell'alleggerimento del lockdown in Germania.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.