Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ennesimo rogo contro i profughi in Germania: un centro di accoglienza in via di allestimento in un vecchio edificio è andato quasi del tutto distrutto in un incendio, sul quale la polizia indaga, a Weissach im Tal, nel Baden Württemberg.

Nella notte fra sabato e domenica era stato dato alle fiamme da estremisti di destra un centro di Heidenau, in Sassonia. Un fatto, quest'ultimo, che ha provocato molta indignazione, con momenti di tensione fra polizia e manifestanti di destra e di sinistra, fino a ieri sera.

Oggi il vicecancelliere Sigmar Gabriel sarà sul posto, mentre il delegato alle politiche sugli stranieri del Land ha chiesto alle istituzioni di intervenire con le misure forti per proteggere i rifugiati, proibendo, ad esempio, le manifestazioni anti-immigrati.

Il centro di Weissach am Tal, non lontano da Stoccarda, era ancora vuoto, e nessuno è rimasto ferito. A questo punto, secondo la polizia, è inabitabile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS