Gli elettori "non ne vogliono più sapere di questa politica di Berlino" e la "situazione per i partiti dell'Unione è assai minacciosa" dopo "il disastroso risultato elettorale in Meclemburgo".

Lo ha detto il leader della Csu e presidente della Baviera, Horst Seehofer, in un'intervista alla Süddeutsche Zeitung.

Per l'alleato di Merkel, da mesi molto critico sulla politica dei profughi della cancelliera, la Germania è lacerata, la fiducia svanisce rapidamente e i cittadini non si sentono più ascoltati.

Seehofer ha criticato il fatto che le sue esortazioni per un cambio di rotta non siano state raccolte e chiede "al massimo entro ottobre" un chiaro orientamento su temi come tasse, sicurezza, pensioni e migrazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.