Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Germania, in un incendio divampato in un edificio abitato per lo più da stranieri, sono morte stanotte 4 persone. È accaduto a Pforzheim, nel Baden Württenberg. Nel bilancio ci sono anche 2 feriti gravi: uno dei due è saltato giù dalla finestra.

L'origine delle fiamme, che hanno distrutto il tetto, non è ancora chiara, ma secondo gli inquirenti "non ci sono prove di un atto doloso". L'edificio non era abitato da richiedenti asilo, si sottolinea anche. Altri due incendi, con feriti, sono stati segnalati nella notte.

Sempre la notte scorsa, dodici persone sono rimaste ferite in un altro incendio in una casa a graticcio (di quelle in legno) a Gudensberg, nel nord dell'Assia. L'edificio, completamente distrutto, era abitato per lo più da lavoratori di origine polacca e bulgara. Anche in questo caso le indagini dovranno accertare le cause delle fiamme, ma per ora non vi sono indizi che fanno pensare ad un agguato incendiario.

Infine si è verificato un incendio anche in un centro di prima accoglienza per profughi del Baden Württenberg, a Remesek, che però è stato evacuato in tempo. Nessuno è rimasto ferito. Gli incendi in Germania sono molto frequenti: dipendono spesso da difetti tecnici, da errori e disattenzioni, ma ultimamente si sta diffondendo anche il fenomeno degli agguati commessi da estremisti di destra, in connessione alla emergenza profughi. Questo tipo di attacchi ha spesso come bersaglio strutture in via di allestimento, poi inutilizzabili per i migranti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS