Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo sette mesi di prigione, all'ex presidente del Bayern di Monaco ed ex campione del calcio tedesco Uli Hoeness è stata concessa la semilibertà. Il ministero della giustizia bavarese ha infatti stabilito che l'ex massimo dirigente del grande club calcistico potrà uscire di prigione ogni mattina per andare al lavoro e rientrare in carcere per la notte. Il Bayern ha fatto sapere che intende affidare a Hoeness un lavoro nel settore giovanile già questo mese.

Il 62enne Hoeness nel marzo 2014 era stato condannato a tre anni e mezzo di prigione per evasione fiscale (occultamento di circa 28,5 milioni di euro trasferiti su un conto svizzero non dichiarato), ed è in carcere a Landsberg dal giugno scorso. Già da questa estate l'ex calciatore, che per le festività natalizie, ha avuto un permesso per stare con la famiglia, lavorava in carcere come guardarobiere. Adesso potrà lavorare anche fuori dal carcere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS