Tutte le notizie in breve

L'attacco nel centro commerciale di Essen doveva essere compiuto da tre attentatori suicidi.

KEYSTONE/EPA/SASCHA STEINBACH

(sda-ats)

L'attacco nel centro commerciale di Essen, chiuso nel fine settimana dalla polizia per precauzione e riaperto oggi, doveva essere compiuto da tre attentatori suicidi dotati di bombe nascoste negli zaini.

Lo riporta la Welt online, aggiungendo che l'ideatore del piano sarebbe un islamista 24enne di Oberhausen, Imran René Q., andato nel 2015 in Siria per unirsi all'Isis.

Il giovane era stato classificato dalle autorità di sicurezza del Land Nordreno-Vestfalia come 'pericoloso' (in grado di compiere attentati) già dall'estate 2015.

Secondo quanto riporta il quotidiano, il terrorista aveva cercato di reclutare gli attentatori attraverso la chat di Facebook, finendo così per essere intercettato dagli uomini dei servizi. Nelle prime ore di sabato, la polizia ha deciso la chiusura per due giorni del centro commerciale.

Un'altra vicenda nel fine settimana ha riguardato una minaccia di attentato a una discoteca di Offenburg, in Baden-Wuerrtemberg. Gli investigatori ritengono che possa avere un movente islamista. È stato arrestato un 22enne russo-ceceno musulmano, ritenuto l'autore della minaccia su internet, che aveva fatto scattare l'evacuazione della discoteca sabato notte.

Il giovane ha negato il movente islamista e nella perquisizione nel suo appartamento non sono state trovate armi né oggetti in relazione con la minaccia.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve