Navigation

Gerusalemme: 12 soldati feriti in attacco, 1 grave

Gli inquirenti sul luogo dell'attacco. Keystone/AP/MAHMOUD ILLEAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2020 - 14:46
(Keystone-ATS)

Dodici soldati israeliani sono stati falciati la notte scorsa da un'auto lanciata contro di loro in un attacco terroristico in centro a Gerusalemme. Lo afferma l'esercito israeliano spiegando che uno di loro "è stato ferito in modo grave e trasportato in ospedale".

Per gli altri 11 si tratta di ferite leggere. Le forze di sicurezza hanno lanciato una caccia all'uomo in città per catturare l'attentatore che è in fuga.

In mattinata sempre a Gerusalemme un agente di polizia israeliano è stato ferito da spari in un attacco nei pressi di una porta di ingresso alla Spianata delle Moschee (Monte del tempio per gli ebrei), nella Città Vecchia. Stando alla polizia l'agente non sarebbe grave e "il terrorista è stato neutralizzato".

Un altro israeliano - secondo i media si tratta di un soldato - è stato ferito sempre oggi da spari in un attacco avvenuto vicino l'insediamento ebraico di Dolev, in Cisgiordania, non distante da Ramallah. Secondo la Radio militare israeliana l'aggressore, o gli aggressori, si sono dileguati.

Intanto un agente della polizia palestinese e un manifestante palestinese sono rimasti uccisi in violenti scontri con l'esercito israeliano nei pressi del campo profughi di Jenin, in Cisgiordania. Lo afferma l'agenzia Wafa secondo cui ci sono stati altri 7 feriti. Gli scontri sono avvenuti - ha fatto sapere l'esercito israeliano - nel corso della demolizione della casa di un palestinese coinvolto nell'uccisione a gennaio del 2018 del rabbino Raziel Shevach.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.