Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Se sarò eletto presidente, fucilerò gli omosessuali con il plotone di esecuzione". Lo ha annunciato George Boateng, candidato alle primarie del suo partito per le presidenziali in Ghana, in un'intervista all'emittente Radio Kasapa.

"C'è molta indisciplina in Ghana - ha detto - sotto la mia presidenza, quando una persona corrotta gay o lesbica sarà arrestata la legge permetterà di condannarli a morte per fucilazione. Ciò sarà un evento pubblico".

Nell'intervista George Boateng ha sottolineato che i comportamenti omosessuali devono essere ridotti al minimo se non addirittura sradicati dalla società. La "fucilazione dei corrotti avverrà davanti alla gente, e sarà un evento pubblico, così tutti ne saranno testimoni e funzionerà come deterrente - ha proseguito - È necessaria un'azione di pulizia per eliminare tutti questi atti terribili dalla società". Il candidato alle primarie ha poi sottolineato la sua volontà a 'ripulire' il Ghana da "indisciplina e corruzione che imperano" nel suo Paese.

Le primarie per il suo partito, il National Democratic Congress (Ndc), si terranno a novembre e George Boateng è seriamente intenzionato a prendere il posto del presidente John Dramani Mahama.

Alcuni analisti politici hanno affermato - continua Radio Kasapa sul suo sito - di non volere prendere troppo sul serio le sue dichiarazioni. Recentemente in un dibattito sui media il segretario generale del Ndc, Johnson Asiedu Nketiah, ha invitato Boateng a curarsi con un trattamento psichiatrico.

In Ghana i rapporti omosessuali sono illegali e puniti fino a tre anni di reclusione.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS