Navigation

Gheddafi: ex dirigente SNC-Lavalin arrestato in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2012 - 21:59
(Keystone-ATS)

Un ex manager del gigante canadese dell'ingegneria SNC-Lavalin molto vicino alla famiglia Gheddafi è stato arrestato in Svizzera alcuni giorni fa. La notizia, diffusa stasera dalla radio romanda, è stata confermata dal Ministero pubblico della Confederazione (MPC). L'uomo fermato, con la doppia nazionalità tunisina e canadese, è sospettato di corruzione, truffa e riciclaggio di denaro.

La persona arrestata è stata vice-presidente del SNC-Lavalin Group. L'arresto, ha detto la portavoce del MPC Jeannette Balmer alla radio RTS, "è avvenuto nel quadro di una procedura penale aperta in Svizzera nel maggio 2011".

I fatti contestati all'uomo risalgono alle attività di questa azienda in Libia prima della rivolta contro il colonnello Gheddafi. La famiglia dell'ex dittatore libico e il gruppo canadese avrebbero intrattenuto stretti rapporti per un decennio, stando a rivelazioni dei media canadesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?