Navigation

Ghosn: in Giappone mandato d'arresto per la moglie

Carlos Ghosn, ex numero uno di Renault-Nissan, è fuggito in Libano dal Giappone con un jet privato, riunendosi con la moglie a Beirut lunedì della settima scorsa. KEYSTONE/AP/EH BC sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 gennaio 2020 - 09:51
(Keystone-ATS)

Il pubblico ministero di Tokyo ha spiccato un mandato di arresto per la moglie di Carlos Ghosn, Carole. La 53enne - che ha la cittadinanza libanese - si è a lungo battuta per la liberazione del marito, criticando duramente il sistema giudiziario giapponese.

Carole Ghosn, precisa l'agenzia di stampa nipponica Kyodo, è accusata in particolare di falsa testimonianza davanti a una Corte gipponese durante un'udienza nell'aprile scorso. L'ex numero uno di Renault-Nissan è fuggito in Libano con un jet privato, riunendosi con la moglie a Beirut lunedì della settima scorsa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.