Navigation

Già due casi di intossicazione da e-sigarette in Svizzera

E-sigarette, più dannose di quanto si pensi. KEYSTONE/APA/HELMUT FOHRINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2019 - 09:42
(Keystone-ATS)

In Svizzera i casi di intossicazione dovuta al consumo di sigarette elettroniche sono già per lo meno due, Stando a quanto riportato dal settimanale "SonntagsBlick".

Un fumatore di e-sigarette è stato curato nel 2018 per gravi problemi polmonari presso l'ospedale cantonale di Sciaffusa. Secondo la responsabile del reparto di pneumologia del nosocomio, quello dell'uomo non sarebbe solo un episodio sospetto, bensì di "un caso abbastanza chiaro".

L'altro caso venuto alla luce in Svizzera riguarda una donna di 44 anni ricoverata nel gennaio 2019 all'ospedale di Winterthur (ZH) a causa di gravi danni ai polmoni.

Laurent Nicaud, presidente dell'Associazione dei medici pneumologi, ha chiesto che a livello nazionale si crei un registro centrale dei casi sospetti per monitorare la situazione.

La questione della pericolosità delle e-sigarette è particolarmente d'attualità negli Stati Uniti, dove 47 persone sono morte e circa 2290 lamentano danni ai polmoni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.