Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'opera di Banksy Bambina con il palloncino in fase di autodistruzione durante l'asta di Sotheby's.

KEYSTONE/AP Pierre Koukjian

(sda-ats)

L'avidità e il tentativo di speculare sull'effetto a sensazione provocato nel mondo dall'autodistruzione dell'opera di Banksy sotto i riflettori di un'asta di Sotheby's hanno giocato un brutto tiro in queste ore a uno sprovveduto collezionista britannico.

L'uomo, secondo una storia raccontata dal Daily Mail e ripresa dal Telegraph, era in possesso di una delle 600 copie numerate (quotate 40'000 sterline, poco meno di 52'000 franchi) della Bambina con il palloncino: lo stesso lavoro dell'inafferrabile e misterioso "writer" di Bristol al centro del caso di Sotheby's. E ha creduto di potere raddoppiarne il valore semplicemente facendolo a pezzi con le sue mani.

Se non che, quando ha provato a mettere sul mercato ciò che ne rimaneva, ecco l'inevitabile quanto scontata delusione: MyArtBroker.com, un sito specializzato, si è rifiutato di accettarlo. "Ora vale una sterlina", ha fatto sapere sulla base della perizia d'un esperto, relegando a carta straccia il gesto di pura imitazione fatto dal collezionista nell'anonimato della propria vita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS