Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I difficili negoziati sul rilascio del reporter nipponico Kenji Goto e del pilota militare giordano Muath al-Kaseasbeh sono "in una fase di stallo".

È la situazione riassunta da Yasuhide Nakayama, a capo della task-force di Tokyo ad Amman, a quasi due giorni dalla scadenza dell'ultimatum dei militanti dell'Isis sullo scambio dei due ostaggi per la liberazione della terrorista Sajid al-Rishawi, arrestata in Giordania per aver fatto parte di un commando kamikaze costato nel 2005 la morte di oltre 50 persone ad Amman.

Il governo giapponese continua a raccogliere altre informazioni utili a risolvere la vicenda, in stretto contatto con la Giordania e gli altri Paesi alleati della regione.

Il premier Shinzo Abe è nella sua residenza ufficiale dove è aggiornato sugli sviluppi di una vicenda che si conferma "grave", come riferito da funzionari del governo.

Lo Stato islamico non ha finora fornito altre informazioni su Goto o il pilota: il governo giordano ha dato la disponibilità al rilascio della terrorista, ma chiesto riscontri sul suo pilota in quanto non è chiaro se sia ancora vivo.

Lo stesso ministro degli Esteri, Fumio Kishida, si appresta verosimilmente ad adottare altri passi dopo aver ricordato ieri l'ipotesi di una pausa a causa della "preghiera del venerdì e per il compleanno di re Abdullah".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS