Un altro vulcano in Giappone è a rischio eruzione: la Japan meteorological agency ha rialzato il grado di allerta sul monte Asama, tra le prefetture centrali di Nagano e Gunma, da 1 a 2 ("divieto di avvicinarsi al cratere"), sulla scala di 5 livelli massimi.

La misura è stata decisa dopo le analisi sulla quantità di anidride solforosa rilasciata al giorno, più che triplicata oggi a 1700 tonnellate dalle 500 di lunedì. In aggiunta, l'attività sismica nell'area è aumentata da fine aprile.

L'allerta segue le recenti attività vulcaniche che da ultimo hanno visto il 29 maggio il monte Shindake risvegliarsi con una spettacolare eruzione al punto da costringere l'evacuazione dei circa 140 persone, tra residenti e visitatori, dall'isola di Kuchinoerabu, nella prefettura meridionale di Kagoshima.

L'attenzione resta particolarmente alta anche sul monte Hakone, vicino al Fuji, malgrado la potenza del vapore misurato a Owakudani "si stia via via indebolendo", secondo le ultime rilevazioni della Jma.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.